Mahmoud Darwish – Ti ho sconfitto, morte

Mahmoud Darwish
Ti ho sconfitto, morte

• Murale (Epoché, 2005).
(trad. italiana Fawzi Al Delmi)
Lettura di Luigi Maria Corsanico

Karlheinz Stockhausen- Choral (1950)
Immagini da: “Il settimo sigillo” di Ingmar Bergman

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

O morte, siediti e aspetta.
Prendi un bicchiere di vino e non trattare.
Una come te non tratta con nessuno,
uno come me non si oppone alla serva dell’invisibile.
Prendi fiato… forse sei spossata da questo giorno
di guerra astrale. Chi sono io perche tu mi faccia visita?
Hai tempo di esplorare il mio poema? No. Non è affar tuo
Tu sei responsabile della parte d’argilla
dell’uomo, non delle sue opere o delle sue parole.
O morte, ti hanno sconfitta tutte le arti.
Ti hanno sconfitta i canti della Mesopotamia,
l’obelisco dell’Egizio, le tombe dei Faraoni,
le incisioni sulla pietra di un tempio ti hanno sconfitta,
hanno vinto, ed è sfuggita ai tuoi tranelli
l’eternità…
e allora fa’ di noi, fa’ di te ciò che vuoi.

3 pensieri su “Mahmoud Darwish – Ti ho sconfitto, morte”

  1. Straordinaria, una poesia rivelatrice di ovvie verità che la polvere del tempo ricopre e il poeta con un gesto di semina con la mano sparge le parole che combattono la morte ed insegnano l’arte della vita.

    Grazie Luigi per questa rivelazione e per la profondità della tua recitazione che mi avvince sempre di più alla tua arte.
    Buona domenica

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...