Pablo Neruda – Oh terra, attendimi

Pablo Neruda – Oh terra, attendimi

Tutte le Opere di Neruda
MEMORIALE DI ISLA NEGRA
a cura di Giuseppe Bellini
Nuova Accademia Editrice, Milano, 1965

Lettura di Luigi Maria Corsanico

Tonada Triste – Trencito de los Andes

Immagini: L.M. Corsanico

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Restituiscimi oh sole
al mio destino agreste,
pioggia del vecchio bosco,
rendimi l’aroma e le spade
che cadevano dal cielo,
la solitaria pace di erba e di pietra,
l’umidità delle rive del fiume,
l’odore del larice,
il vento vivo come un cuore
che palpita tra la scontrosa moltitudine
della grande araucaria.

Terra, rendimi i tuoi doni puri,
le torri del silenzio che salirono
dalla solennità delle sue radici:
voglio tornar a essere ciò che non son stato,
imparare a tornare da così profondo
che tra tutte le cose naturali
possa vivere o non vivere: non importa
essere una pietra di più, la pietra oscura,
la pietra pura che il fiume si porta via.

1 commento su “Pablo Neruda – Oh terra, attendimi”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...