Marcello Comitini – Prendimi per mano

Marcello Comitini ©
Prendimi per mano

Lettura di Luigi Maria Corsanico

Alexander Scriabin: Fragilité op. 51 n°1
Orazio Sciortino, piano

Immagini di L.M. Corsanico

https://marcellocomitini.wordpress.com/author/marcellocomitini/

~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Soltanto tu mi stai accanto con le mani velate di mistero
e mi accompagni lungo il fiume che divide la città.
Guardiamo nelle acque gli alberi e le nuvole
che immobili nel cielo
sembrano scivolare dentro gli argini
correndo verso l’infinito.
Tutto il grigio dona luce per contrasto
ai colori delle case come sui murales i mille arcobaleni
ma gli uomini continuano a guardare a testa bassa
il colore dell’asfalto per le strade che percorrono
giorno dopo giorno come per scandire la monotonia del tempo.

Prendimi per mano. Invitami a vedere nei tuoi occhi
quell’azzurro del cielo che da tempo si è smarrito.
Mostrami come il rosso del tramonto si tramuta
sulle tue labbra sorridenti in alba libera dal peso
che ogni giorno porta come una condanna.

Prendimi per mano. Trasportami oltre il tempo umano
misero e vasto come il mare che sconosce
quanti colori si celino nelle profondità delle sue grotte.

Annuncia al mio stupore la fine dell’angoscia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...