Josif Aleksandrovič Brodskij – “Lettera a A.D.”

Perché noi andiamo e la bellezza resta. Perché noi siamo
diretti verso il futuro mentre la bellezza è l’eterno presente.

Iosif Brodskij : FONDAMENTA DEGLI INCURABILI

Josif Aleksandrovič Brodskij
“Lettera a A.D.” , 27 gennaio 1962, da “Posta invernale” [ Pis´mo k A.D – Zimnjaja počta ]
Verso il mare della dimenticanza

Lettura di Luigi Maria Corsanico

Hymns, Prayers and Rituals,
vol. 3 nº 47:
Chant from a holy book.
George Gurdjieff / Thomas de Hartmann
Solaris Quartet

~~~~~~~~~

Non è necessario che tu mi ascolti,
non è importante che tu senta le mie parole,
no, non è importante, ma io ti scrivo lo stesso
(eppure sapessi com’è strano, per me, scriverti di nuovo,
com’è bizzarro rivivere un addio…)
Ciao, sono io che entro nel tuo silenzio.

Che vuoi che sia se non potrai vedere come qui ritorna primavera
mentre un uccello scuro ricomincia a frequentare questi rami,
proprio quando il vento riappare tra i lampioni, sotto i quali passavi in solitudine.
Torna anche il giorno e con lui il silenzio del tuo amore.

Io sono qui, ancora a passare le ore in quel luogo chiaro che ti vide amare e soffrire…

Difendo in me il ricordo del tuo volto, così inquietamente vinto;
so bene quanto questo ti sia indifferente, e non per cattiveria, bensì solo per la tenerezza
della tua solitudine, per la tua coriacea fermezza,
per il tuo imbarazzo, per quella tua silenziosa gioventù che non perdona.

Tutto quello che valichi e rimuovi
tutto quello che lambisci e poi nascondi,
tutto quello che è stato e ancora è, tutto quello che cancellerai in un colpo
di sera, di mattina, d’inverno, d’estate o a primavera
o sugli spenti prati autunnali – tutto resterà sempre con me.

Io accolgo il tuo regalo, il tuo mai spedito, leggero regalo,
un semplice peccato rimosso che permette però alla mia vita di aprirsi in centinaia di varchi,
sull’amicizia che hai voluto concedermi
e che ti restituisco affinché tu non abbia a perderti.

Arrivederci, o magari addio.
Lìbrati, impossèssati del cielo con le ali del silenzio
oppure conquista, con il vascello dell’oblio, il vasto mare della dimenticanza.

20 pensieri su “Josif Aleksandrovič Brodskij – “Lettera a A.D.””

  1. Immensa poesia, declamata con intense note emozionali che toccano corde profonde di sentimenti e amore.
    Colgo l’occasione per porgerti tanti fervidi auguri di Buon Natale di Gesù, sia portatore di gentilezza e sensibilità.
    Un abbraccio grande

    Piace a 1 persona

  2. struggente. Per i casi della vita credo che siamo un po’ tutti vittime della dimenticanza, anche se sgravata di cattiveria. Spesso l’indolenza, di fare un primo passo, di contattare qualcuno giusto per ricordargli che è ancora presente nel cuore, apre abissi eterni. Una bella poesia che sento particolarmente vicina.
    Approfitto per aiugurarti Buone feste e ti abbraccio forte, forte come ogni emozione che invia la tua voce alta.

    Piace a 1 persona

    1. Grazie di cuore, cara Daniela, e questo primo passo, avvenuto nella serata di ieri, ha traformato quel “magari un addio” in un sereno arrivederci.
      Ti ringrazio per il tuo ascolto, sempre presente ed emozionato, delle mie letture e ti auguro di trascorrere con serenità questi giorni festivi.
      Un grande abbraccio!
      Luigi

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...