MARIO LUZI – NATURA

Da: LUZI
LE POESIE

Garzanti i grandi libri / Poesia vol.I

I
Il gusto della vita
La barca

Natura (1935)

Lettura di Luigi Maria Corsanico

Claude Debussy
Sonata in re min per violoncello e pianoforte
David Requiro, cello
Elizabeth DeMio, piano

~~~~~~~~~~

La terra e a lei concorde il mare
e sopra ovunque un mare più giocondo
per la veloce fiamma dei passeri
e la via
della riposante luna e del sonno
dei dolci corpi socchiusi alla vita
e alla morte su un campo;
e per quelle voci che scendono
sfuggendo a misteriose porte e balzano
sopra noi come uccelli folli di tornare
sopra le isole originali cantando:
qui si prepara
un giaciglio di porpora e un canto che culla
per chi non ha potuto dormire
sì dura era la pietra,
sì acuminato l’amore.

2 pensieri su “MARIO LUZI – NATURA”

  1. Versi che partono dalla terra, dall’umano vivere, e vanno via via alzandosi, sulle ali di uccelli “folli di tornare” all’isola originaria, sino a giungere alla spiritualità che è proprio quell’isola, dove potrà riposare l’anima, che non ha avuto un giaciglio perché tormentata dalla durezza della pietra (non della terra?) e dalle spine acuminate dell’amore. Un Luzi come sempre che tormentosamente oscilla tra l’umano e il richiamo del divino.
    Grazie sempre, Luigi, che trai dalla personalità dell’autore che leggi, le parole più significative!

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...