Francesco Petrarca – Canzoniere / Voi ch’ascoltate in rime sparse il suono

Francesco Petrarca – Canzoniere
Voi ch’ascoltate in rime sparse il suono

Lettura di Luigi Maria Corsanico

Edizione di riferimento:
Il Canzoniere, a cura di Gianfranco Contini,
Einaudi, Torino 1964

Francesco da Milano (1497 – 1543) Canone a due liuti
Jean-Marie Poirier
Thierry Meunier

Arnold Böcklin (1827 – 1901)
Petrarca an der Quelle von Vaucluse (particolare)

Andrea del Castagno, Francesco Petrarca,
particolare del Ciclo degli uomini e donne illustri,
affresco, 1450, Galleria degli Uffizi, Firenze

~~~~~~~~~~~~~~~~

Voi ch’ascoltate in rime sparse il suono

di quei sospiri ond’io nudriva ’l core

in sul mio primo giovenile errore

    4     quand’era in parte altr’uom da quel ch’i’ sono,

del vario stile in ch’io piango e ragiono,

fra le vane speranze e ’l van dolore,

ove sia chi per prova intenda amore,

    8     spero trovar pietà, non che perdono.

Ma ben veggio or sì come al popol tutto

favola fui gran tempo, onde sovente

  11     di me medesmo meco mi vergogno;

e del mio vaneggiar vergogna è ’l frutto,

e ’l pentersi, e ’l conoscer chiaramente

  14     che quanto piace al mondo è breve sogno.

Pagina miniata da un manoscritto di scuola fiorentina
delle opere del Petrarca, realizzato per
Federico III da Montefeltro,
duca di Urbino, 15° secolo.
Madrid, Biblioteca nacional

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...