FRANCESCO PETRARCA – SOLO ET PENSOSO

Registrazione del 18 ottobre 2018

Francesco Petrarca
Canzoniere (1336-1374)
XXXV – Solo et pensoso

Edizione di riferimento:
Il Canzoniere, a cura di Giancarlo Contini,
Einaudi, Torino 1964

Lettura di Luigi Maria Corsanico

Francesco da Milano (1497 – 1543)
Ricercare 51
Trond Bengtson, liuto rinascimentale

Andrea del Castagno, Francesco Petrarca,
particolare del Ciclo degli uomini e donne illustri,
affresco, 1450, Galleria degli Uffizi, Firenze

Arnold Böcklin (1827 – 1901)
Petrarca an der Quelle von Vaucluse (particolare)

~~~~~~~~~~~~

XXXV

Solo et pensoso i piú deserti campi
vo mesurando a passi tardi et lenti,
et gli occhi porto per fuggire intenti
ove vestigio human l’arena stampi. 4

Altro schermo non trovo che mi scampi
dal manifesto accorger de le genti,
perché negli atti d’alegrezza spenti
di fuor si legge com’io dentro avampi: 8

sí ch’io mi credo omai che monti et piagge
et fiumi et selve sappian di che tempre
sia la mia vita, ch’è celata altrui. 11

Ma pur sí aspre vie né sí selvagge
cercar non so ch’Amor non venga sempre
ragionando con meco, et io co llui. 14

10 pensieri su “FRANCESCO PETRARCA – SOLO ET PENSOSO”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...