NÂZIM HIKMET – Anima mia

REGISTRAZIONE DEL 18 DICEMBRE 2015

Nâzım Hikmet (Salonicco, 15 gennaio 1902– Mosca, 3 giugno 1963)

Anima mia
1948
(Traduzione di Joyce Lussu)
Lettere dal Carcere a Munevver
Prigione di Bursa (Anatolia)

Lettura di Luigi Maria Corsanico

Aleksandr Skrjabin
Evgeny Zarafiants, piano
Prelude Op.11 No.4

Flaming June, by Frederic Lord Leighton (1830-1896)

~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Anima mia
chiudi gli occhi
piano piano
e come s’affonda nell’acqua
immergiti nel sonno
nuda e vestita di bianco
il più bello dei sogni
ti accoglierà
anima mia
chiudi gli occhi
piano piano
abbandonati come nell’arco delle mie braccia
nel tuo sonno non dimenticarmi
chiudi gli occhi pian piano
i tuoi occhi marroni
dove brucia una fiamma verde
anima mia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...