ANTONIO GRAMSCI – ODIO GLI INDIFFERENTI

ANTONIO GRAMSCI
ODIO GLI INDIFFERENTI
La Città futura , 11 febbraio 1917


Lettura di Luigi Maria Corsanico
Commento sonoro, pianoforte: L.M. Corsanico


Edvard Munch

«Non ho mai voluto mutare le mie opinioni, per le quali sarei disposto a dare la vita e non solo a stare in prigione […] vorrei consolarti di questo dispiacere che ti ho dato: ma non potevo fare diversamente. La vita è così, molto dura, e i figli qualche volta devono dare dei grandi dolori alle loro mamme, se vogliono conservare il loro onore e la loro dignità di uomini»
(Antonio Gramsci, Lettera alla madre, 10 maggio 1928)

17 pensieri su “ANTONIO GRAMSCI – ODIO GLI INDIFFERENTI”

  1. l’indifferenza è il peso morto della storia, dei soli uomini….
    che mente lucida, che logica fine.
    tu lo sei stato altrettanto. lucio e fine, un momento intimo e profondo, di grande riflessione

    Piace a 1 persona

      1. il concetto, per me fondamentale, un fondamento vero e proprio, il più autentico…essere partigiani, nel senso letterale di stare dalla parte di. non si può e non si deve essere neutri. mai!

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...