Marcello Comitini – Respirare a occhi chiusi

Marcello Comitini
Respirare a occhi chiusi
©2022

Lettura di Luigi Maria Corsanico

Chet Baker – Leaving (excerpt)

~~~~~~~~~~~~~

Vanno e vengono da luoghi che non ricorda
tornano con le mani lievi sorreggono
il suo corpo piegato
esplorano il petto e la schiena si fermano al cuore.

Bocca capelli parlano in silenzio.

Sui rami spogli un’allodola
verso una luce generata da un sogno vissuto
canta una musica che lui ricorda.
Ricorda i primi passi che le ha insegnato
quanto l’amore sia importante
come il corpo sia il regno dell’amore.

Cecità nell’anima lindore della pelle.

Non riconosce le lacrime di chi lava
le impronte della notte dal suo corpo.
Ma lei gli sta affianco,
con dolci ricordi di figlia e la stanchezza
che le graffia la faccia come una tigre feroce.
Le sue braccia si ritraggono e si tendono
spalancano le finestre.
Non basta l’aria.
Scorre invisibile l’ossigeno lungo il tubo
diafano come una vena sino alla maschera.
Respirare a occhi chiusi.
Tenere la vita con i denti. Impossibile
strapparla alla morte. 

Marcello Comitini. Respirare a occhi chiusi ©2022

6 pensieri su “Marcello Comitini – Respirare a occhi chiusi”

  1. Carissimo Luigi, mi scuso innanzi tutto per il ritardo con cui ti ringrazio. Ti riporto quanto ti ho scritto su youtube:
    Mi sembra un evento eccezionale che tu legga una mia poesia, nonostante tu ne abbia lette tantissime delle mie. I brani o le poesie che scegli di leggere sono di autori eccellenti, i cui pensieri ricchi di storia e umanità, rappresentano uno stimolo alla riflessione per meglio comprendere la realtà e il significato della vita. E le tue letture hanno il potere di accrescere il senso delle loro riflessioni. Le mie poesie, i miei pensieri sono una pallida eco di quel senso di umanità. Eppure tu le leggi. Questo mi stupisce e mi commuove, soprattutto quando considero tutto il tuo lavoro e la tua fatica per offrire le tue letture a voce alta ai tanti che ti seguono. Tu leggi le mie poesie posso dire a fondo perduto in quanto il ritorno (essendo io un autore a tutti sconosciuto in quanto non celebrato dagli editori) è un magro riscontro da parte dei tuoi tanti ascoltatori. Per tutti questi motivi ti sono immensamente grato e ti abbraccio con stima e affetto.

    Piace a 1 persona

    1. Marcello carisssimo, quante volte ci siamo confrontati circa la miserabile condizione dell’editoria italiana, non tutta certamente, ma quando si dice “la poesia non si vende”… Se poi la poesia ha il coraggio di affrontare le verità, anche quelle che questa tua presenta, quelle definitive, con impareggiabile capacità espressiva, coinvolgente, che induce a riflessioni profondissime, allora, questa Poesia dovrebbe trovarsi nelle antologie, letta nelle scuole di ogni ordine e grado e far arrossire di vergogna coloro che pretendono di diffondere pseudocultura. Sono onorato di essere tuo lettore, sono onorato di conoscerti e di esserti fraterno amico, GRAZIE! Ti abbraccio a lungo!

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...