FERLINGHETTI&NIETZSCHE

FERLINGHETTI&NIETZSCHE


SOUNDS&VOICE PROJECT

Neu Musik Duett “Fil Rouge” ℗2023
Guido Mazzon, tromba
Marta Sacchi, piano

Voce recitante: Luigi Maria Corsanico

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Lawrence Ferlinghetti – FA’ VEDERE A TUO FIGLIO…
Scoppi urla risate
titolo originale: Blasts Cries Laughter
traduzione di Damiano Abeni
Lawrence Ferlinghetti, 2014. Published by arrangement
with The Italian Literary Agency and City Lights Books
SUR, 2019

Friedrich Nietzsche
Al di là del bene e del male
Preludio a una filosofia dell’avvenire
Capitolo settimo
Le nostre virtù
A cura di Susanna Mati
Traduzione di Susanna Mati e Omar Abu Dbei


Friedrich Nietzsche – Così parlò Zarathustra

Friedrich Nietzsche
Così parlò Zarathustra

Un libro per tutti e per nessuno
Versione e appendici di M. Montinari
Nota introduttiva di G. Colli
Adelphi

Neu Musik Duett
“Zarathustra” ℗ 2022
Guido Mazzon, flugelhorn
Marta Sacchi, keyboard
Voce recitante, Luigi Maria Corsanico

COSÌ PARLÒ ZARATHUSTRA
PARTE TERZA

Di antiche tavole e nuove

19

Attorno a me io chiudo cerchi e confini sacri; sempre meno uomini salgono con me su montagne sempre più alte, – io formo una catena con montagne sempre più sante.
Ma dovunque voi vogliate salire insieme a me, fratelli, badate che insieme a voi non salga un parassita!
Parassita: questo è una razza di verme, che striscia e si appiccica, che vuole ingrassarsi negli angoli vostri malati e piagati.
E questa è la sua arte: scoprire le anime che salgono, quando sono stanche; egli costruisce il suo nido schifoso nella vostra afflizione e melanconia, nel vostro pudore delicato.
Dove il forte è debole, il nobile troppo mite, – lì dentro egli costruisce il suo nido schifoso: il parassita abita dove il grande ha i suoi piccoli angoli piagati.
Quale è la specie più elevata di tutto quanto esiste, e quale la più bassa? Il parassita è la specie più bassa; ma colui che è della specie più elevata fa da nutrimento alla maggior parte dei parassiti.
L’anima, infatti, che ha la scala più lunga e può giungere alla maggiore profondità: come non potrebbero aver la loro sede in essa i più dei parassiti? –
– l’anima dall’estensione più ampia, che dentro di sé può correre ed errare e vagare nelle più vaste lontananze; la più necessaria, che per suo piacere si precipita nella casualità: –
– l’anima che è, e che si immerge nel divenire; l’anima che ha, e che vuole gettarsi nel volere e nel desiderio: –
– che fugge sé stessa, raggiungendosi nell’orbita più vasta; l’anima più saggia, cui la follia parla più suadente di tutto: – la più capace di amare se stessa, in cui tutte le cose hanno il loro corso e ricorso, flusso e riflusso: – come potrebbe l’anima più elevata non nutrire i peggiori parassiti?